sto solo aspettando il momento perfetto

Molti aspettano il “momento perfetto” con la salute, alimentazione e fitness. Ma questo pensiero tutto o niente – come “Se non lo faccio perfettamente non funziona!” – raramente si ottiene “tutto”. Di solito si ottiene “niente”.

Stiamo aspettando il “momento perfetto” per iniziare a mangiare meglio, allenarti o finalmente rimetterti in forma?

In tal caso, alcune di queste frasi possono sembrare familiari:

Quando avrò un lavoro diverso.

Quando le cose sono meno impegnate.

Quando trovo un compagno di allenamento.

Quando trovo l’attrezzatura giusta.

Quando mi sento meno imbarazzante in palestra.

Quando perdo 10kg.

Quando ottengo la giusta routine di allenamento.

Quando il mio frigorifero è pieno dei cibi giusti.

Domani. La prossima settimana. 

Mai.

Gli esseri umani “aspettano sempre il momento perfetto”. Ma perché?

Per molti è una grande distrazione e giustificazione . Ci aiuta a evitare il vero e rischioso lavoro di fare .

Per altri, il perfezionismo e l’evitamento fungono da forte armatura contro potenziali imbarazzi, critiche e fallimenti .

“Ho potuto ___ ma ___” ci tiene al sicuro dal dolore.

Sfortunatamente, è anche ciò che ci impedisce di crescere, prosperare ed essere ciò che sappiamo di avere il NOSTRO VERO potenziale.

Ecco perché pensare tutto o niente – se non lo faccio perfettamente, allora è inutile – raramente ci fa ottenere “tutto”.

Di solito non otteniamo “niente”

Non c’è un tempo perfetto. Non ci sarà mai.

Oh certo, potrebbe esserci un momento magico nel tuo viaggio di fitness in cui l’universo si riunisce … e stai indossando la tua maglietta preferita … oltre alle tue sneaker extra comode … e quella canzone che ami ti accende … e il tuo corpo è pieno di energia con il tuo equipaggiamento da palestra preferito (la palestra è vuota oggi, evviva!) … e fai una serie di dieci ripetizioni come se gli angeli stiano sollevando il bilanciere per te.

Ma quel momento magico sarà uno nei mille miliardi di altri momenti meno magici che compongono la tua vita reale.

In effetti, se stiamo parlando di un momento , diciamo, lungo circa dieci secondi, significa che hai da qualche parte tra 2.398.377.600 e 2.556.165.600 potenziali momenti della tua vita.

Ciò significa che un singolo momento perfetto è, beh, una parte molto molto piccola dell’intera storia

Prenditi i tuoi momenti. Fai i tuoi momenti.

Solo per quello che sai, nessuno ti darà momenti. Devi prendere dei momenti.

Cacciali. Inseguili. Falli accadere.

Elimina piccoli frammenti di momenti dal monolite della tua giornata. Usa i denti se è necessario: mordi i bocconi di quei momenti.

Tieni in mano lo scalpello e il piccone. Sei il minatore dei tuoi momenti.

Questo ci frustra, ovviamente.

Non dovrebbe essere così, pensiamo. I momenti di tutti gli altri … vengono da loro . Tutti gli altri hanno abbastanza tempo. Abbastanza soldi. Abbastanza motivazione. Abbastanza informazioni.

Ma è così. Per tutti.

Tuttavia, c’è un momento perfetto. 

In realtà c’è sempre un momento perfetto.

Il momento perfetto è adesso .

Qui. Oggi. Il frammento di tempo vivente e che respiri che hai in questo preciso secondo.

Perché questo è tutto ciò che hai : in questo momento.

Basta iniziare. All’inizio.

Ecco un altro segreto. Non devi davvero lavorare per arrivare al momento successivo.

Tutto quello che devi fare è iniziare .

E poi, i momenti continueranno a muoversi

Un momento si sovrapporrà a un altro e prima che tu lo sappia, sarai arrivato a destinazione.

“Ma non posso!” Dici. “Non posso iniziare! Questo è il problema, vedi! ”

No non lo è. Se non puoi iniziare, stai semplicemente saltando troppo avanti.

Non stai iniziando. Stai cercando di iniziare da qualche parte in un posto immaginario.

Ad esempio, supponiamo che tu scelga di iniziare con la lettura sulla nutrizione.

Può essere un buon inizio, se ti fa passare al momento successivo.

Ma non è un buon inizio se ti tiene bloccato sulla sedia

Facendo clic su un blog e grafici e piani e testimonianze fino al momento in cui le luci si spengono e non hai fatto una sola buona scelta nutrizionale oggi.

Quindi, forse, per te non è leggere.

Dovrebbe essere qualcos’altro, come camminare e prendere una mela fresca e mangiarla.

Oppure fai una lista della spesa e mettila accanto alle chiavi della tua auto per domani.

Oppure leggi un menu dal ristorante che stai per visitare e scegli in anticipo l’opzione insalata.

Iniziare significa iniziare un’azione . Iniziare significa impegnarsi in una scelta di un tipo o di un altro. 

Questo è un vero inizio.

L’inizio è quando sollevi un piede e lo metti di fronte all’altro, non quando ti trovi lì a discutere su quale strada prendere o chiedendoti se avresti dovuto indossare scarpe diverse.

Per alcune persone, iniziare deve essere un’azione ancora più piccola. L’inizio potrebbe essere solo sollevando il piede. O spostando il loro peso su una gamba sola.

Finché qualcosa si muove, è un inizio.

Abbraccia la resistenza.

Molte persone che hanno appena iniziato presumono che a causa della resistenza abbiano fallito.

Questo perché i broccoli hanno un sapore amaro quando lo provano per la prima volta e perché lo hanno accidentalmente cotto troppo, non riescono a mangiare verdure.

Questo perché hanno dimenticato la lista stampata degli esercizi sul tavolo della cucina, non possono allenarsi una volta arrivati ​​in palestra.

Questo perché le loro gambe fanno male durante la salita, non sono pronti a scalare quella collina.

Ecco come ci si sente a volte.

Iniziare provoca resistenza, almeno all’inizio. 

Dagli tempo. Resistere alla tentazione di premere pausa. Spingere attraverso. Alla fine cambierà .

Ricorda: non devi combattere la resistenza dell’intero viaggio.

Devi solo superare la resistenza dei primi momenti.

Ottieni supporto. Per adesso.

Affinché un razzo lascia la terra, deve sparare duramente contro la gravità. Ha bisogno di una spinta.

Affinché un treno pesante si muova, potrebbe essere necessario un motore aggiuntivo.

Siamo in grado di avviare e rimanere in movimento, per conto nostro. Ma aiuta sicuramente quando qualcuno ci dà una spinta o una spinta.

Qualcuno che può chiamarci per la nostra procrastinazione e perfezione. 

Qualcuno che può farci uscire dalla nostra trance del tutto o niente con una leggera spinta e un promemoria.

Per un po ‘, possiamo persino appiccicarci a questo qualcuno o qualcos’altro, come agganciare quel motore in più al nostro fronte. Mentre procediamo, possiamo sganciare le macchine superflue che ci rendiamo conto che ci stanno appesantendo. Cresciamo più leggeri, più magri, più mobili.

Alla fine, non abbiamo più bisogno di quel motore in più. Il nostro treno ora sfreccia da solo. Lo scenario sfuma oltre le finestre e ci stiamo dirigendo verso una grande avventura.

Ma all’inizio, abbiamo dovuto iniziare .

Cosa fare dopo:

Se stai ancora “aspettando il momento perfetto”, prova questi suggerimenti per aiutarti a smettere di sentirti bloccato e iniziare ad agire.

1. Rivedi le tue aspettative.

Riconosci che non esiste un momento perfetto e che non ci sarà mai.

C’è solo adesso.

2. Scolpisci il tempo, anche se è imperfetto.

Nessuno ti darà quel tempo. Dovrai prenderlo. Concediti il ​​permesso di rendere te stesso – e i tuoi obiettivi di fitness e salute – una priorità.

Trova il tempo di cui hai bisogno nel tuo programma. Non hai tempo per un allenamento di un’ora? Nessun problema. Quanto tempo hai? 20 minuti? 10 minuti? Lavora con quello che hai.

Non aspettarti che le cose vadano perfettamente bene. Invece, anticipa e stratega. Chiedilo a te stesso:

  • Cosa potrebbe ostacolare ciò che spero di realizzare?
  • Cosa posso fare oggi per aiutarmi ad andare avanti quando incontro questi ostacoli?

Invece di aspettare che le cose “rallentino”, inizia a fare accadere qualcosa proprio ora, nel bel mezzo del caos.

3. Basta iniziare.

Se ti senti bloccato, fai qualcosa.

Trova la cosa più piccola possibile che puoi fare ora, nei prossimi 5 minuti, e fallo. Adesso hai iniziato!

Ricorda: l’azione è un “voto” a favore di una vita diversa, più sana e più in forma. Vota in anticipo, vota spesso.

4. Aspettatevi resistenza.

È normale. Attraversalo. La resistenza non significa che non funzionerà. Significa solo che hai iniziato.

Devi solo superare questo momento. Questo momento di partenza sarà il più difficile. Fortunatamente, non durerà a lungo.

5. Ottieni supporto.

Lascia andare il concetto dell’eroe solitario. Invece, inizia a creare i tuoi sistemi di supporto.

Che si tratti di un amico o di un familiare, di un compagno di allenamento,un COACH trova qualcuno che accenda i tuoi missili ausiliari fino a quando non puoi volare da solo.

Vuoi aiuto per diventare la versione più sana, più adatta e più forte di te?

Molte persone sanno che i movimenti regolari, il mangiare bene, il sonno e la gestione dello stress sono importanti per apparire e sentirsi meglio. Eppure hanno bisogno di aiuto per applicare quella conoscenza nel contesto della loro vita frenetica, a volte stressante.

Ecco perché lavoriamo a stretto contatto con le persone per aiutarli a perdere grasso, diventare più forti e migliorare la loro salute … indipendentemente dalle sfide che affrontano.

Questo ed altro ancora lo scoprirai nel gruppo Facebook dove vedrai:

Ricette, Strategie,Diete, Consigli di esperti e sarai seguito costantemente per avere i risultati che vuoi

Nutrirsi per Essere in Forma

Vedi tutti gli articoli

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *