fbpx

Se è così, leggi questi 7 passaggi per definire e raggiungere i tuoi obiettivi – e finalmente sentirti più “OK” con te.

Nutrirsi per essere in forma

Quindici anni fa, migliaia di uomini chiedevano agli allenatori un unico desiderio: farmi sembrare Brad Pitt in Fight Club.

Per quei clienti maschi, Tyler Durden era ” quello giusto” ” Il figo”

Quel ragazzo non deve lavorare, o attraversare il traffico autostradale. Non ha le ginocchia malandate o bruciore di stomaco dopo aver mangiato 1 chilo di carne

Quel ragazzo non dice “uff” quando si china per allacciarsi le scarpe. Il suo dottore non gli dice che ha la cuffia dei rotatori incasinata, o che il suo colesterolo nel sangue è troppo alto. Non si preoccupa di come stanno i genitori

I clienti di sesso femminile, ovviamente, hanno spesso “quella” donna come loro ideale. Le braccia armate di Jackson come Sarah Connor in Terminator 2 hanno  nel 1990 creato  una generazione di donne che vogliono i bicipiti

Quella donna si adatta su tutti i vestiti (specialmente gli abiti da sposa). indossa jeans attillati anche dopo aver avuto tre bambini 🙂

Lei fa Pilates mentre esegue Crossfit o qualcos’altro che sembra tenerla piena di energia.

Lei è un avvocato o un neurochirurgo o un diplomatico internazionale o forse una madre casalinga, ma qualunque cosa faccia, eccelle e si realizza. 

Nel frattempo, stai sistemando la casa i bicchieri vuoti per fare spazio per il seggiolino incrostato di peli di cane di tuo figlio. E stai indossando i pantaloni di tuo marito , perché sono le uniche cose che ti stanno bene in questo momento.

Se non hai il quadro generale, sembra che ” quella persona” sia molto più brava di te.

Sembra che ” quella persona” possa gestire la sua vita. ” quella persona” sta perdendo peso o sta guadagnando muscoli o sta diventando più in forma più velocemente e più facilmente di te. 

Sembra che tu sia l’unica persona al mondo con i tuoi problemi.

La verità è che :

Non c’è nessun altro.

Ci sono solo esseri imperfetti, meravigliosi, disordinati, molto umani con speranze e paure e desideri e nevrosi e lavori e vite e bambini e cani o gatti e le esigenze della famiglia i servizi igienici … e tutto il resto della realtà.

Come te.

Come me.

Come tutti noi.

In altre parole…

  • Possiamo smettere di preoccuparci di essere l’unica persona che non è abbastanza in forma, abbastanza intelligente, abbastanza insieme, facendo abbastanza cose in un giorno, una brava mamma / papà / lavoratore, qualunque cosa .
  • Possiamo perseguire obiettivi di fitness, nutrizione e salute che sono effettivamente realistici e raggiungibili – e sentirci bene rispetto a ciò che facciamo invece che sentirci inadeguati.

Ecco 7 modi per iniziare a sentirti più a posto, proprio ora, nella tua stessa vita imperfetta e disordinata.

1. Riavvia le tue aspettative.

Entrare in una forma ragionevole e moderata non è troppo complicato se impari come farlo.

Tutto ciò di cui hai bisogno sono piccoli e costanti cambiamenti qua e là. 

Entrare in una buona forma è un po ‘più complesso, ma può essere raggiunta se conosci le Coaching Nutrition Skill

Entrare in un film pronto per le riprese o una forma pronta per la rivista è un altro gioco.

Tu rinunci alla tua vita per fare ” scimmiottare” quella versione di NOI ( in realtà non è neanche la loro versione vera della loro VERA vita reale)

Ora ecco il segreto.

Quelle persone – sono professionisti che si guadagnano da vivere in quel modo.

Il 99,99 percento di NOI non sono quelle persone.

Sembrano che abbiano fatto tutto in poche ore o giorni. E invece hanno impiegato migliaia di ore di lavoro e forse migliaia di dollari di denaro in quel fisico cosi ” tirato”. Brad Pitt aveva un intero staff di professionisti ben pagati che si assicuravano di ” riprenderlo”in modo tale che NOI lo vedessimo in un certo modo

Il che significa che anche lo 0,01 percento NON é MAI COSI nella vita .

Né che le loro vite sono fantastiche.

In realtà, probabilmente, le loro vite sono molto meno ” favolose” di quanto immaginiamo

Perché magari ” MENTRE STANNO PREPARANDO IL SET “stanno mangiando 150 gr di semplice pollo freddo prima di andare a fare il loro terzo allenamento della giornata!

(L’attore Charlie Hunnam di Sons of Anarchy si è lamentato perchè Brad Pitt “ha rovinato tutti” creando aspettative corporee irrealistiche, quindi Hunnam è stato costretto a lavorare due ore e mezza al giorno sul suo fisico su un 14-15 ore di riprese.)

Quindi , cosa possiamo fare?

2. Trova modelli di ruolo realistici.

Ci sono più persone “in forma e in salute” di quante tu immagini. e potrebbero non sembrare come ti aspetti.

“Fit and healthy” è disponibile in molte taglie, forme e abilità.

Guardati intorno.

L’ottantenne dai capelli grigi in piedi alla fermata dell’autobus. Lo sapevi che, nonostante la sua artrite, prende un antidolorifico e va alla sua lezione di danza quattro volte a settimana?

Il ragazzo rotondetto che consegna la tua posta. Cammina per 20 km al giorno come postino.

Insegnante di scuola materna di tuo figlio. Ha solo 20 minuti al giorno per esercitare, ma se li fa fedelmente, facendo cyclette e Netflix ogni giorno..

E se spostassi la tua prospettiva su “abbastanza buono”,a “un po ‘meglio” o “provando a fare meglio”?

E se cercassi piccoli momenti di salute, fitness e benessere ovunque?

E se ti concentrassi nel fare ciò che puoi oggi, comunque?

3. Affronta la lotta.

Affrontare il dolore è parte dell’essere umano.

Da adulti, riconosciamo la complessità e la ricchezza della vita. Voler “essere perfetto” o “avere tutto” non è un desiderio adulto. È un desiderio del bambino: avere tutti i giocattoli, tutto il tempo, anche quello di tua sorella.

Ognuno ha una lotta. Potresti semplicemente non vederla

Per esempio:

  • Il 48 percento delle donne e il 33 percento dei maschi assumono medicinali con prescrizione medica.
  • Il 33% delle donne e il 24% degli uomini assumono farmaci antidepressivi o ansiolitici.
  • Il 36 percento ha ferite. E molti lottano con il dolore cronico.
  • Il 27% delle donne e il 17% dei uomini ha più di 50 anni. (Anche se sei sano, l’invecchiamento porta le sue sfide).

Molte di queste sfide sono invisibili.

Spesso non riesci a vedere dolore o disabilità. Spesso non riesci a vedere l’angoscia psicologica. 

E indovina un po , gli stessi COACH lottano con le stesse identiche cose

Abbiamo lottato con le dipendenze – sia che si tratti di lavorare, o esercizio fisico, o cibo, o alcol, o qualsiasi altra cosa che qualcuno potrebbe ottenere collegato.

Abbiamo guadagnato troppo peso, o siamo stati magri, o sono passati settimane o mesi senza allenarci.

Qualcuno che sembra in forma potrebbe essere alla fine di un lungo e difficile viaggio.

4. Riconosci e rispetta la tua “non-OK forma”!

Va bene non essere OK. Nessuno di noi è OK al 100%.

Allo stesso tempo, a volte le cose non sono davvero SEMPRE OK.

Ad esempio, se stai sperimentando cose come:

  • insonnia cronica o sonno di scarsa qualità
  • dolore cronico o mancanza di mobilità
  • lesioni e / o malattie frequenti
  • depressione cronica e debilitante, ansia o altri problemi di salute mentale
  • isolamento sociale cronico e difficoltà relazionali
  • letargia cronica e mancanza di energia
  • sentendo che hai bisogno per ” funzionare”di alcol o droghe ricreative
  • preoccupazioni relative a cibo, alimentazione e / o esercizio che sembrano prendere il sopravvento sulla tua vita e / o danneggiare la tua salute …

… quindi probabilmente potresti trarre vantaggio dall’effettuare alcune modifiche.

A volte, trovarsi nel profondo del non-OK – ad esempio, avere un infortunio alla palestra debilitante, ottenere una diagnosi medica o terminare una relazione – è esattamente il campanello d’allarme che dobbiamo iniziare a lavorare per essere un po ‘più OK.

Prestare attenzione alle “spie del cruscotto”.

Le tue attuali lotte e imperfezioni sono più Simili ad alti e bassi Se lo sono, va bene. Fa tutto parte dell’essere umano.I

5. Impara ad essere OK con essere “non OK”.

Il Coach, gran parte del suo lavoro e quello di farti sentire un po ‘più a tuo agio con il disagio.

Se sei un cliente coaching, potresti sentire frasi come:

  • Entra nel disagio.
  • Lascia che le cose siano un po ‘confuse.
  • Sei umano. Sei normale. Non sei uno strambo. Non sei solo.

La vita non sarà mai completamente OK, il 100% delle volte.

Il trucco è imparare a stare bene con quella non-OK, e lavorare a migliorare le cose un po ‘meglio.

6. Fai piccoli passi verso un po ‘più OK.

Se c’è molta sofferenza invisibile nel mondo, ci sono anche molti successi e gioie invisibili.

  • Nessuno, ti vede correre alle sei del mattino. Ma tu sai. E tu sei orgoglioso della tua dedizione.
  • Nessuno oltre al tuo medico sa che hai bisogno di farmaci anti-ansia o anti-infiammatori o qualche altro farmaco per funzionare. Ma tu sai. E sei orgoglioso di valutare le tue opzioni e decidere cosa è meglio per te, anche se quella scelta non è “perfetta”.
  • Nessuno oltre al tuo ortolano ti vede raccogliere verdure a foglia verde e proteine ​​magre da inserire nel tuo carrello. Ma tu sai. E tu sei orgoglioso di essere passato OLTRE la Nutella e dagli Oreo
  • Nessuno oltre l’interno del tuo cervello ti vede alle prese con la “giusta scelta” in una situazione in cui non devi fare la scelta giusta. Ma tu sai. E quando fai questa scelta … sei orgoglioso di te stesso per esserti attenuto ai tuoi valori.

Forse quella “scelta giusta” è stata una pausa di dieci secondi per rivedere ciò che conta di più per te.

Forse stavi seguendo la tua lista della spesa quando hai afferrato quelle verdure a foglia verde.

Forse pensi che lo sforzo fosse così piccolo, che non “conta”.

Ma ecco un segreto del coaching: i passi che portano al successo? Sono quasi tutte piccole cose.

Il successo viene dal mettere le piccole cose in cima a piccole cose in cima a piccole cose.

7. Trova le tue soluzioni.

Lavora per creare un sistema di cui ti fidi per aiutare te stesso.

  • Se hai una parte del corpo che non funziona molto bene, esplora altre opzioni di movimento o allenamenti che non dipendono da quella parte del corpo.
  • Se non ti piace cucinare da solo o lavorare da solo, trova qualcun altro con cui farlo. Prendi un amico per la giornata del peperoncino della domenica o fai una lezione di gruppo.
  • Se hai problemi a trovare il tempo per le cose, prendi un calendario e inizia a pianificare. Prenota appuntamenti per tutto, anche per fare la spesa. Tieni traccia del tuo tempo di utilizzo in modo da sapere quando stai perdendo tempo. Quindi, imposta allarmi e promemoria, fai attenzione agli Post-it e ritagliati 15 minuti al giorno per sbarazzarti dei social e vai a farti una passeggiata nel parco.

Segreto di coaching: molte persone non sono “naturalmente” brave nella maggior parte delle cose.

Quando iniziamo ad accettare i nostri limiti – la nostra “non-OK” – è allora che iniziamo a fare e vedere dei cambiamenti in meglio.

I piccoli miglioramenti si sommano nel tempo.

Ci riprendiamo dopo essere caduti e facciamo correzioni di rotta quando è necessario.

E chiediamo aiuto quando ne abbiamo bisogno.

Meglio di tutti, più accettiamo di non essere OK, più la vita diventa … beh, un po ‘più OK.

Cosa fare dopo

Raccogliere dati.

Se ti senti non-OK, inizia a registrare cosa e perché.

Annota tutti i modi in cui non ti senti bene.

Analizza i tuoi dati.

Cosa è normale non-OK (tendinite, brutta giornata, mangiare una piadina sopra il lavandino per cena, ecc.)

Calibra le tue aspettative e controlla i punti ciechi.

Cosa stai cercando di fare? Scrivi le cose che stai cercando di realizzare o ottenere in questo momento.

Ora rivedi quelle aspettative.

Un amico o un mentore saggio, gentile, ti dirà ; le aspettative sono realistiche?

Usando il loro consiglio (reale o immaginario) come guida, ri-considera le tue aspettative. Come potresti modificarle per renderle più realistiche e raggiungibili?

Considera alcuni piccoli passi successivi.

Uno dei tratti distintivi della non-OK- è che spesso ci si sente paralizzati. È come nuotare nel burro di arachidi.

L’azione è l’antidoto alla paralisi.

Qualunque cosa tu possa fare, non importa quanto minuscola, fai qualcosa SOPRATUTTO quando le cose non vanno affatto bene.

Crea la tua squadra.

Hai bisogno di aggiungere persone al tuo team “Progetto OK”? Come un amico fidato o un familiare, un allenatore, un consulente o un altro operatore sanitario?

Chiedi quello di cui hai bisogno. Lascia che ti aiutino.

Inizia a costruire un sistema.

Hai bisogno che i sistemi siano OK. Cose che ti ricordano, guidano, aiutano, riempiono le lacune che generalmente ti aiutano a rimanere più o meno in carreggiata.

Vuoi aiutare a guardare e sentirti al meglio?

Hai bisogno di aiuto per capire cosa è “OK” per te? Trarrai beneficio da supporto, guida e strategie per vivere meglio nel contesto della tua vita

Questo ed altro ancora lo scoprirai nel gruppo Facebook dove vedrai:

Ricette, Strategie, Consigli di esperti per avere i risultati che vuoi

Clicca QUI per vedere il gruppo

https://www.facebook.com/groups/1572901109634206/?ref=bookmarks

#incaricatosnep

ad_nutrirsipeif

Vedi tutti gli articoli

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *