fbpx

Questa cosa chiamata vita è a volte difficile. 

E succede a tutti gli esseri umani che vivono su questa Terra. 

Ma

” Non puoi premere reset – come genitore. Proprio come non puoi smettere di presentarti al lavoro e aspettarti di non essere licenziato. O “prendi una pausa” da essere sposati e non finire separati “.

Invece di premere pausa, regola la manopola.

“Riprenderò a mangiare sano dopo la mia vacanza … una volta che il bambino è nato … dopo che papà uscirà dall’ospedale … 1 gennaio … lunedì.”

Mentre questo tipo di “mentalità da pulsante da pausa” sembra ragionevole, potrebbe rovinare la tua salute e la forma fisica. Ecco perché e cosa fare al riguardo

Questo è ciò che chiamiamo la “mentalità del pulsante di pausa”.

Penso che sia normale prendere in considerazione il tempo necessario per riorganizzarsi e quindi riprendere (o ricominciare) quando la vita sembra più facile.

Questo è probabilmente il motivo per cui le risoluzioni del nuovo anno sono così popolari, specialmente dopo la stagione delle vacanze all’insegna del ” chi c…zo se ne frega tanto dopo ricomincio per bene !”

Riprenderò la mia dieta lunedì! e questa volta è diverso !!

Ecco la questione: la mentalità del pulsante della pausa crea solo l’abilità di mettersi in pausa .

Che sia domani, lunedì, la prossima settimana o anche l’anno prossimo, premere quel pulsante di pausa ci dà un senso di sollievo.

Ti permette un po ‘di tregua da quello che può essere davvero un momento difficile.

Questo sollievo percepito è aggravato dall’illusione che, se “torniamo a vivere” più tardi, possiamo trovare il magico “momento giusto” per iniziare.

Può sembrare assurdo cercare di migliorare le abitudini alimentari e di attività fisica mentre sei nel mezzo dello stress cronico / alla ricerca di un lavoro / iniziare un nuovo lavoro / andare in vacanza / prendersi cura dei genitori anziani / allevare bambini piccoli.

Questo è probabilmente il motivo per cui ci sono così tanti programmi di 21 giorni e di 90 giorni di ” fai questo e quello” . 

Ma chi conosci che ha più di 90 giorni per seguire i suoi obiettivi di fitness con una dedizione totale?L’abilità di mettersi in forma in un periodo molto breve (e completamente non rappresentativo) della tua vita.

Non si tratta di forza di volontà. Riguarda le abilità.

Nella maggior parte degli scenari di fitness, impari a metterti in forma in situazioni di vita strane, strettamente controllate e in certi ambienti ( dentro la palestra)

Ciò che non costruisci è la capacità di mettersi in forma in condizioni di vita reale.

Il risultato?

Un set limitato di competenze e il progresso a breve termine immediatamente seguito da una frustrazione a lungo termine.

Cosa cambierà la prossima volta?

Ricordo di aver pranzato con un collega che ha giurato che la sua dieta a basso contenuto di carboidrati oltre a correre ogni giorno era il segreto per mantenersi in forma.

La risposta con una domanda ” fastidiosa”:

“Bene, perché non sei veramente in forma?”

Dopo una lunga pausa: “Uhh, ho avuto difficoltà a mantenerla. Abbiamo appena avuto il nostro secondo figlio. Le vacanze sono appena finite. Ho appena cambiato lavoro …

“Ma, quando tutto si calmerà, prenderò il programma e tornerò in forma! Faccio una piccola pausa. “

Questa storia illustra perfettamente il punto.

Ho costruito la forma fisica su un castello di carte e so solo una cosa: come mettersi in forma seguendo un programma molto impegnativo quando le condizioni sono perfette.

E ogni volta che la vita non è perfetta, come la maggior parte delle volte, preme il pulsante di pausa. Lui aspetta un momento migliore. (nel mentre perde la salute e la forma fisica per cui in precedenza aveva lavorato duramente.)

“Cosa cambierà quando finirò la Pausa?”

Nove volte su 10, la risposta onesta è nulla . Niente sarà diverso.

La vita sta solo … accadendo. E accadrà di nuovo a gennaio, o dopo che il bambino è nato, o dopo che la mamma sta migliorando, o in qualsiasi altro punto arbitrario che scegliamo

E poi?

Ho voluto premere “pausa” a me stesso.

Se hai mai avuto voglia di premere pausa, o ti senti adesso in questo modo , potrebbe aiutare sapere che siamo in tantissimi 🙂 sentiamo esattamente le stesse cose 

All’inizio pensavo che non ci fosse modo di allenarmi , nessun posto dove allenarmi, e il mio modo di mangiare era tutt’altro che ideale.

Ma dopo un paio di settimane ho capito che qualcosa sarebbe stato meglio di niente .

TUTTO CIO CHE STAVA ACCADENDO NELLA MIA VITA SAREBBE ACCADUTO LO STESSO.

non ci sarebbe mai stato quel “momento perfetto” per TORNARE di nuovo nel gioco.

Avevo bisogno di trovare un modo di pensare a una sorta di allenamento, per quanto veloce, facile e poco glamour.

Accettiamo che la vita non HA un pulsante di pausa.

La lezione chiave qui è che, piaccia o no, il gioco della vita continua .

Non c’è il timeout.

Non ci sarà mai un momento in cui le cose sono magicamente più facili.

Non puoi sfuggire alle richieste di lavoro, personali e familiari. Né puoi sfuggire al bisogno di salute e fitness nella tua vita.

Ecco un esperimento mentale:

Che cosa succede se premi “la pausa” in altre aree della tua vita?

Immagina di avere una grande promozione al lavoro. Per le prossime due settimane, tutto ciò che puoi fare è concentrarti sulla padronanza di una lavoro imminente e conquistare il tuo capo.

Il problema è che hai due bambini piccoli a casa che richiedono la tua piena attenzione.

“Tesoro , al coniuge,  sto solo facendo una pausa nel essere un genitore per un po. Starò in un albergo. Non contare su di me.

Davvero lo faremo??

Non puoi davvero premere pausa – e sicuramente non puoi premere reset – nel essere un genitore. 

Generalmente, quando si tratta di vita, sappiamo che non saremo sempre i Campioni del gioco. A volte siamo superstar. La maggior parte delle volte facciamo del nostro meglio. La attraversiamo. Continuiamo.

Quindi, perché ci aspettiamo che sia diverso con il fitness?

Nel mio caso, sopra, abbiamo elaborato un semplice programma di allenamento che rispondeva a questi criteri:

L’ho fatto per circa 6 mesi. È stato il miglior allenamento di sempre? No! Dopo 6 mesi, sarò più in forma che mai? Ovvio che no!

Ma è stato meglio che premere il pulsante di pausa e non fare nulla? Scommettici

Il perfezionismo non è il punto.

“Completare” un programma, o qualsiasi altro impegno non è il punto.

Essere il “migliore” in una piccola finestra del tempo nella vita non è il punto.

Il punto è continuare. A volte goffamente, a volte in modo incompetente, a volte decisamente assurdo. Ma continuare comunque.

Come insegniamo spesso :

La mentalità “tutto o niente” raramente ci da “tutto”. Di solito ci da “niente”.

Ecco un nuovo mantra:

“Sempre qualcosa”.

Invece di premere pausa, regola la manopola.

Oggi mi piace pensare ai miei sforzi di fitness e nutrizione come un quadrante.

Ma non voglio mai spegnere completamente la manopola.

Ecco come si svolge nel contesto della mia vita.

A volte, diciamo che quando mi alleno per una gara o mi sto concentrando su un obiettivo particolare, il mio quadrante fitness potrebbe essere sintonizzato su 9 o 10 .

Canale 10 significa che lavoro ogni giorno. Ogni pasto è pianificato e attentamente considerato. Penso molto alla forma fisica. E non molto altro.

Lavoro, famiglia, hobby … sono tutti in modalità di “manutenzione”

In un altro momento la mia vita potrebbe essere più impegnativa :

  • Sistemarsi in una nuova casa
  • Importanti ristrutturazioni domestiche.
  • Alzare 4 bambini, uno di loro è ancora un bambino.
  • Gestire un’attività in crescita con circa 100 membri del team.

Quindi, di questi tempi, il quadrante raramente va oltre i 3 o 4. Mi alleno, forse, tre giorni alla settimana. E la maggior parte dei miei pasti sono semplicemente “abbastanza buoni”.

Ecco la chiave : Non c’è alcun senso di colpa per avere il mio quadrante leggermente più basso. La cosa più importante è che il quadrante è ancora impostato su “on”.)

La lezione importante: c’è una grande differenza tra accordare il mio quadrante a 3, 2 o anche a 1, e la disattivazione dell’intero processo.

E quando ti rendi conto di quanto possano essere fattibili ed efficaci i canali 3 e 2 e 1, vedi che non c’è mai una buona ragione per premere “pausa”.

Livello da 1 a 10

Soprattutto quando hai fatto di più in passato. Ma ricorda il tuo nuovo mantra è

“Ci sarà Sempre qualcosa.”

Mio padre si ammalato

Avrei potuto mettere in pausa tutto

Invece, ho abbracciato l’imperfezione e fare qualcosa ogni giorno:

Ogni giorno mi chiedevo: se non posso fare quello dovrei cosa posso fare? Cosa posso gestire (fisicamente, emotivamente, mentalmente) ora ?

Nel frattempo, ho anche cercato di aggiungere attività spontanea .Ho camminato su e giù per le sale dell’ospedale, parcheggio a distanza dalla porta dell’ospedale e fare passeggiate serali.

Qualcosa per rimanere attivi.

Cosa porto a casa da questo?

La perfezione non accade mai nella vita reale.

Faremo sempre il meglio che possiamo con ciò che abbiamo.E va bene.

Possiamo ancora progredire verso i nostri obiettivi e migliorare ancora la nostra salute e la nostra forma fisica, qualunque cosa accada nelle nostra vita

Questo progresso non si verificherà MAI se “premi pausa” e aspetti un momento migliore.

“Fitness nel contesto della vera vita”.

Questo è uno dei nostri motti nella MapPa del Cibo

È quello che penso che facciano i migliori Coach al mondo: aiutare i clienti a essere sani e in forma nel contesto della loro vita reale .

Non mentre fingono di essere qualcuno che non sono. Non iscrivendosi ad un campo di addestramento di 12 settimane con allenamenti giornalieri e diete restrittive.

Ma vivendo le loro vite e praticando “sempre qualcosa”.

Secondo me, la pausa urgente sta acquistando un ideale immaginario: un tempo “perfetto” in cui tutto andrà a posto; una traiettoria bella e lineare : illuderti che in qualche modo, la prossima volta sarà più facile. La prossima volta sarà perfetto. Nessuna interruzione, nessuna distrazione … della serie no … alla vita….tutto succede agli altri NON A ME !

Potremmo avere momenti magici, ovviamente. Brevi periodi di tempo in cui le cose sembrano “fare quel clic”

Ma poi il cane fa la cacca sul tappeto. O il bambino si getta sul divano. O entrambi …

Se Continui a premere Pausa e i tuoi progressi saranno cosi.

nessun progresso nel grafico temporale
https://www.facebook.com/groups/1572901109634206/?ref=bookmarks

O, peggio ancora bloccato in una pausa infinita (forse eterna).

Cosa fare dopo.

La forma fisica nel contesto della vera vita umana è come il resto della vita.

Stiamo facendo tutto il meglio possibile in circostanze difficili e complicate. Viviamo tutti in modo disordinato, vite imperfette. Siamo tutti umani.

Se possiamo continuare ad andare avanti, qualunque cosa accada, niente pulsanti di pausa, niente arresti, noi vinciamo la partita.

Ecco alcune strategie per uscire dalla mentalità dei pulsanti di pausa e in un modo di pensare più realistico, efficace e sostenibile.

1. Prova il metodo della selezione.

Pensa alla tua forma fisica come un quadrante che va da 1 a 10.

Se dovessi comporlo fino a “10” …

  • Come sarebbero i tuoi allenamenti?
  • Come sarebbe la tua alimentazione?
  • Quali altre azioni / abitudini praticherai in questo scenario?

Se dovessi comporlo fino a “1” …

  • Come sarebbero i tuoi allenamenti?
  • Come sarebbe la tua alimentazione?
  • Quali altre azioni / abitudini praticherai in questo scenario?

Pensa alla tua vita in questo momento, dov’è il tuo quadrante?

Vorresti apportare delle modifiche?

Potresti spostarti su un canale ?

Se sì, come sarebbe?

A volte basta solo che …

Spostare il quadrante su un canale in modo da poterti mantenere in salute e in forma anche durante un momento difficile

2. Mira per un po ‘meglio.

Un approccio tutto o niente di solito non ci fa “tutto”. Di solito ci fa “niente”.

Sai cosa funziona davvero?

Piccoli miglioramenti fatti in modo coerente nel tempo 

Potresti provare a preparare un pasto fuori dal cibo della mensa dell’ospedale, o dal cibo della stazione di servizio Potresti trascorrere ore sveglio con un neonato nel bel mezzo della notte o rimanere bloccato in un altro incontro di lavoro per un’intera giornata.

Questi non sono scenari ideali, ma non sono necessariamente senza speranza.

Guardati intorno. Diventa creativo. Vedi se riesci a trovare alcuni piccoli – forse minuscoli – miglioramenti.

3. Anticipare, strategizzare e pianificare.

Poiché sappiamo già che qualcosa andrà storto, la cosa migliore che possiamo fare è anticipare e fare piani su come comportarsi quando accade

Un modo semplice per farlo è rispondendo a due domande:

  1. Che cosa potrebbe intralciare ciò che spero di ottenere?
  2. Che cosa posso fare oggi per aiutarmi ad andare avanti quando affronto quegli ostacoli?

Per alcune persone, preparano il cibo per la settimana in modo che non si preoccupino di pasti sani durante i faticosi giorni della settimana. Per gli altri, potrebbe significare avere un servizio di consegna di pasti salutare .

Non essere sorpreso e sgomento quando le cose vanno in tilt. Possono “rallentare “fino un certo punto. 

Basta armarsi con i migliori strumenti e strategie in modo da poter rimanere in gioco anche quando si viene lanciati in una curva 🙂

Questo ed altro ancora lo scoprirai nel gruppo Facebook dove vedrai:

Ricette, Strategie, Consigli di esperti per avere i risultati che vuoi (clicca nel immagine per vedere il gruppo)

#incaricatosnep

ad_nutrirsipeif

Vedi tutti gli articoli

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *